Recensione Merrell Agility Peak Flex

Recensione Merrell Agility Peak Flex

Qualche tempo fa gli amici di TrailAddicted hanno chiesto a me, che sono un corridore minuto e principalmente stradista da poco dedito al trail, di provare le nuove Merrell Agility Peak Flex. Ecco qui di seguito le mie impressioni.
La scatola è sobria ma aprendola le Agility Peak Flex di Merrell, saltano immediatamente all’occhio, soprattutto per la tomaia completamente termosaldata, la loro suola visivamente e strutturalmente importante che evidenzia fin dall’inizio la finalità protettiva e per il particolare sistema di allacciatura delle stringhe. La versione testata era nella tonalità rosso-grigia, una versione più aggressiva della combinazione alternativa giallo-verde.

COME SONO FATTE

Agility Peak Flex dettagli

Alcuni dettagli delle Agility Peak Flex

La tomaia è realizzata con mesh (ultraleggera a maglia aperta) e TPU uniti senza soluzione di continuità grazie alle termosaldature: siamo quindi di fronte ad una scarpa con una totale assenza di cuciture ad esclusione del bordo della zona degli occhielli delle stringhe.
La parte in TPU presente nella parte centrale della calzatura, si estende dall’arco plantare agli occhielli sostenendo e proteggendo la parte morbida dell’arco plantare. Anche le dita sono protette da una copertura in TPU, più resistente rispetto a quella sulla tomaia, che rinforza la parte anteriore delle scarpe.

ALLACCIATURA

Stringhe e linguetta sono molto particolari: le stringhe sono leggermente elastiche e non passano direttamente nei tradizionali occhielli della tomaia ma sono fissate con il sistema proprietario Merrell Omni Fit.
Questo sistema prevede una serie di lacci fissati al centro della linguetta che passano negli occhielli; le stringhe passano poi nelle asole dei primi lacci in modo da avere un’allacciatura della linguetta uniforme e al contempo stabile nella parte centrale e al collo del piede, evitando problemi durante la corsa dovuti allo scivolamento laterale della linguetta.
La linguetta sul collo è costituita da un materiale estremamente leggero, lo stesso presente sulle Diadora N-2100 (scarpe leggere per gare su strada o pista) e sebbene possa sembrare inadatta per i piedi magri che soffrono le allacciature strette e poco idonea per un paio di scarpe così protettive, la particolare allacciatura rende la linguetta ottimale anche per questo tipo di calzatura.

SUOLA

La suola è caratterizzata da tacchetti sporgenti e flessibili al tatto, sicuramente all’altezza di un prodotto del genere, e dal sistema proprietario FlexCONNECT che contraddistingue la parte sotto l’avampiede con un sistema che ricorda visivamente e funzionalmente la struttura ossea del piede.

Il sistema Flex Connect di Merrell

Il sistema Flex Connect per la suole e il supporto Hyperlock di Merrell

Un piccolo approfondimento su questa struttura della suola sviluppata da Merrell. Introdotto sulla collezione estate 2016, poi diffuso su tutta la linea e presente anche nei nuovi modelli della collezione FW 2018, il sistema promette di ottenere una grande flessibilità della suola senza rinunciare all’ammortizzazione. Risultato raggiungibile grazie ad una serie di scanalature distribuite sulla suola che mimano la struttura del piede, combinate con un’intersuola in EVA. In questo modo la suola è libera di deformarsi in tutte le direzioni e consentendo al piede un movimento naturale per la massima adattabilità al terreno. L’obbiettivo è quello di trasmettere un feeling vicino a quello delle scarpe minimali ma con un’ammortizzazione da scarpe da ultra trail.

Un accenno al dettaglio estetico del bordo della suola: la parte protettiva sottostante il tallone è stata modellata con cura, per ricordare le fasce muscolari, e questo particolare dona alla scarpa un look particolarmente aggressivo. Aspetto estetico ripreso anche per la fascia Hyperlock, sistema Merrell per portare supporto laterale al tallone nelle fasi più impegnative della corsa.

PESO

Nonostante la presenza visivamente imponente, che denota la finalità protettiva della scarpa, è sorprendentemente leggera: circa 297 grammi di cui 280 di scarpa e 17 di sottopiede.

CALZATA

Una volta indossata la scarpa risulta un po’ rigida nel suo complesso, per un runner come me sotto i 60kg, ma la calzata nella parte sottostante la caviglia e sul tallone è ben bilanciata e fasciante.
Non si denotano zone di particolare attrito e le dita hanno parecchio spazio, non sono costrette nella punta della scarpa e risultano protette da un rinforzo sulla parte anteriore della tomaia.

Stringendo le stringhe (anche più di quanto abitualmente faccio) la scarpa continua ad essere comoda, anche se la rigidità viene ulteriormente accentuata. La parte anteriore non riesce comunque a serrare le dita che continuano a rimanere ‘morbide’.
Calzando la scarpa si sente come il sistema Flex Connect permetta alla suola si deformarsi in modo ottimale seguendo il piede e rimanendo aderente al piede.

 

COME VANNO

Merrell Agility Peak Flex

Le stringhe leggermente elastiche permettono alla scarpa di avere un lieve ‘aggiustamento’ in corsa: non sono abituato a stringere particolarmente le stringhe, ma compiendo volutamente un test con un’allacciatura estrema, è stato possibile notare come la scarpa si sia adattata al profilo del piede dopo poche centinaia di metri facendo scomparire la fastidiosa sensazione d’aver stretto troppo le stringhe.

GRIP

Poiché sono un corridore molto leggero e con una corsa abbastanza fluida, ho trovato le Agility Peak Flex un po’ rigida nell’adattarsi alle situazioni più particolari, come pietraie e sentieri pieni di radici, che offrono appoggi particolarmente irregolari.
Ottimo il sistema protettivo offerto dalla struttura e dalla resistenza della suola così come il grip che rimane eccellente su qualsiasi tipo di terreno, ma dà il suo meglio sui terreni bagnati permettendo di rimanere ancorati a terra senza scivolamenti imprevisti.
Nella corsa la scarpa è precisa, affidabile e sicura sia in salita sia in discesa e nei tratti tecnici, il drop di 6mm si sente appena e non influisce sulla meccanica di corsa.

TRASPIRAZIONE E TOMAIA

Qui arrivano le note dolenti: la scarpa offre una scarsissima traspirabilità, facendoti trovare i piedi in un bagno di sudore già dopo pochi minuti anche se, come me, non si soffre abitualmente di sudorazione eccessiva o particolare sensibilità dei piedi.

Dettaglio della tomaia nella parte interna

Il dettaglio della tomaia di Agility Peak Flex nella parte interna

Fin dalla prima uscita la scarpa mi ha riscaldato il piede in maniera anomala, all’arrivo le calze erano sempre particolarmente bagnate.
Per molti corridori il binomio piede sudato – vesciche è un dato di fatto e anche per me le conseguenze sono state prevedibili: spesso, indossando le Agility Peak Flex sono rientrato alla base con l’arco plantare irritato o occupato da una vescica. Responsabile di questo problema è la piega che assume il rinforzo in TPU appena sopra l’arco plantare complice il mio piede magro che non riempie internamente quella zona lasciando dello spazio. Durante la corsa questo vuoto permette alla tomaia di deformarsi irregolarmente creando la piega che con il continuo sfregamento porta alle conseguenze di cui sopra.

CONCLUSIONI

Le Agility Peak Flex di Merrell sono la scarpa ideale per il trailer di lunghe distanze, una scarpa protettiva ma flessibile e reattiva quando necessario. Unica pecca oggettiva è la scarsa traspirazione che potrebbe causare problemi nelle giornate più calde.
Le caratteristiche costruttive della suola e della tomaia, protettiva e avvolgente, la rendono più adatta ai runners meno leggeri e con piedi non eccessivamente stretti. A queste caratteristiche, come nel mio caso, sono infatti da imputare le problematiche di sfregamento indicate che hanno portato alla formazione delle vesciche.
In definitiva una scarpa dai contenuti tecnici validi e sfruttabile sui lunghi trail con percorsi da scorrevoli fino a tecnici per runner non troppo esili e dai piedi magri.

 

PRO

  • Efficace sistema di allacciatura Omni Fit
  • Buon grip su tutti i terreni
  • Protezione

CONTRO

  • Scarsa traspirazione
  • Protezione in TPU zona interno arco plantare poco flessibile
  • Rigida per i pesi piuma, consigliata per corridori meno leggeri

DA CONSIDERARE

  • Durata nel tempo (I km attualmente percorsi per questo test non consente adeguata valutazione)
  • Drenaggio (non è stato possibile testarlo)

 

RISORSE

Se ti è piaciuta la recensione puoi supportare TrailAddicted acquistando Merrell da questo link Amazon. Nessun costo aggiuntivo per te, un aiuto per noi nel fornirti sempre nuovi contenuti.

Disclaimer: Le scarpe del test sono state fornite da Merrell senza nessun obbligo di recensione. Quello che leggete è unicamente frutto nelle nostre sensazioni #senzafiltro.

Author

Fabius

Fabius

Atleta a tempo perso, ogni anno organizzo la Parada par Tücc e ci suono il Didgeridoo. Escursionista alieno per vocazione scatto foto ai panorami, li rompo e li metto su Instagram.

Related