UltraTrail Weekend – Lavaredo Ultratrail e Western State 100, risultati

UltraTrail Weekend – Lavaredo Ultratrail e Western State 100, risultati

Nel fine settimana appena passato si sono corse due prove dell’ Ultra-Trail® World Tour (UTWT), due tra le più iconiche e conosciute Ultra del pianeta: Lavaredo Ultra Trail (LUT) partita da Cortina d’Ampezzo (BL) venerdì notte alle 23:00 e Western State 100 Miles (WS100) partita Sabato alle 5:00 ora di Squaw Valley in California. Due gare spettacolari, diverse per lunghezza, storia, condizioni climatiche ma dal fascino unico. Tecnica e al cospetto di un panorama incredibile come quello offerto dalle Dolomiti la LUT, caldissima, interminabile e durissima per i ritmi e per le usuali elevate temperature la WS100.

LAVAREDO ULTRATRAIL #LUT2016

Con quella di quest’anno siamo arrivati alla 10a edizione della Lavaredo UltraTrail che da qualche edizione si corre sul percorso ormai consolidato di 119km per 5850m di dislivello positivo che valgono per i finisher oltre alla soddisfazione di aver fatto un’impresa anche 5 punti del nuovo regolamento I-TRA.

Lavaredo Ultratrail 2016 - I primi 3 classificati: 1° Andy Symonds al centro, 2° Gediminas Grignus a sinistra, 3° Javier Dominguez a destra

Lavaredo Ultratrail 2016 – I primi 3 classificati: 1° Andy Symonds al centro, 2° Gediminas Grignus a sinistra, 3° Javier Dominguez a destra

Sono stati 1438 i partenti della gara dominata da Andy Symonds del Team Sott che consolida il suo stato di forma con un grande risultato. Si era notato con il 4° posto alla TransVulcania e prima ancora con il 5° nella TrasGranCanaria che l’inglese aveva ripreso i ritmi velocissimi di quando era entrato nella scena ultra, ora non lascia dubbi sulla sua competitività ritrovata e il nuovo tempo 12h15’04” che è il nuovo record da battere alla LUT lo conferma.
Dietro di lui due atleti del Team Vibram, Gediminas Grinius (LTU) che chiude in 12h 23′ 06” e lo spagnolo Javier Dominguez poco dietro con 12h 36′ 45″.

LavaredoUltratrail_2016-01

Marco Zanchi – Team Vibram

L’Italia è entrata nelle posizioni che contano grazie a Mauro Zanchi del Team Vibram che dopo la TransVulcania, chiusa in 38a posizione con una gara non a livello di quelle a cui ci sta abituando, offre una prova consistente e replica il risultato 2015 con un 8° posto e il tempo di 13h21’11”. Poco dietro arriva Giugliano Cavallo del Team Salomon Isostad che porta a casa un 10° grazie al tempo di 13h33’35”.
Nei primi 15 anche altri due italiani Oliviero Bosatelli con 13h48’35” e Christian Pizzatti che con 13h50’52” fa il suo esordio nelle ultra distanze, ottimo inizio!

Lavaredo UltraTrail 2016 Winner - Andrea Huser Team Mammut Trailrunning

Lavaredo UltraTrail 2016 Winner – Andrea Huser Team Mammut Trailrunning

Nella gara femminile dei problemi fisici hanno rallentato una delle attese protagoniste Rory Bosio, vincitrice nel 2015 e detentrice del record della gara. Dopo un avvio al comando l’atleta del Team The North Face ha dovuto cedere il passo alle sue avversarie terminando poi in 14a.
L’atleta svizzera Andrea Huser Team Mammut Trailrunning ha da lì condotto la gara fino alla vittoria, arrivata in 14h32’39”. Dietro di lei in 2a posizione Uxue Fraile Azpeitia del Team Vibram in 15h13’09” che riesce a sorpassare durante la seconda fase di gara la sempre consistente atleta del Team TNF Fernanda Maciel che chiude in 3a posizione con il tempo di 15h20’57”.
Bella prova di Cristiana Follador dell’US Aldo Moro Paluzza che arriva a Cortina in 4a posizione in 16h30’37”, prima italiana davanti ad atlete di livello internazionale. GRANDE!

CLASSIFICA MASCHILE LAVAREDO ULTRATRAIL 2016

1. Andy Symonds – Team Scott (GBR)  12h15’06”
2. Gediminas Grinius – Team Vibram (LTU) 12h23’06”
3. Javier Dominguez – Team Vibram (ESP) 12h36’45”
4. Sylvain Court Team –  Adidas France (FRA) 12h53’04
5. Hawker Scott –  HokaOneOne/Compressport (NZL) 13h00’37”
6. Capell Gil Pau –  Compressport (ESP) 13h02’32”
7. Buud Jonas –  Team Asics (SWE) 13h14’47”
8. Zanchi Marco –  Team Vibram (ITA) 13h21’11”
9. Gay Anthony –  Team Sigvaris Sport (FRA) 13h22’31”
10. Cavallo Giuliano –  Team Salomon Isostad (ITA) 13h33’35”
11. Morales Gerard –  Buff Pro Team (ESP) 13h42’38”
12. Bosatelli Oliviero –  GS Orezzo (ITA) 13h48’35”
13. Pizzatti Christian –  Team Valtellina (ITA) 13h50’52”

 

CLASSIFICA FEMMINILE LAVAREDO ULTRATRAIL 2016

1. Andrea Huser Team Mammut Trailrunning (SUI) 14:32:39
2. Uxue Fraile Azpeitia Team (ESP) 15:13:09
3. Fernanda Maciel Team The North Face (BRA) 15:20:57
4. Follador Cristiana – US Aldo Moro Paluzza (ITA) 16:30:37
5. Mcnaughton Marie – Gore Running UK (NZL) 16:38:14
6. Grant Sophie – (GBR) 16:48:30
7. Vilaseca Manuela –  BUFF PRO TEAM (ITA) 17:10:30
8. Roby Katie – MDC (GBR) 17:28:15
9. Hawker Lizzy (GBR) 17:32:15
10. Baykova Yulia – Team Vibram (RUS) 17:33:10

RISORSE:
Classifiche Complete qui
Lavaredo UltraTrail Sito web
Ultra Trail Wold Tour  – sito web

 

WESTERN STATE 100MILES ENDURANCE RUN #WS100

La Western State 100 è forse la gara che più di ogni altra ha contribuito a far crescere la scena dell’ultrarunning oltreoceano e probabilmente nel mondo. Una gara resa famosa dalla sua storia, dalla durezza, dall’albo d’oro unico, e dal fascino che non manca di richiamare ogni anno atleti di grande spessore.
Un storia quella della WS100 scritta a suon di imprese, contro la fatica, il caldo torrido e i ritmi imposti dal terreno scorrevole e dalla line-up sempre competitiva. Una gara che ha portato alla ribalta molti degli ultrarunner più forti del momento, creando nelle diverse edizioni dei miti usciti da imprese storiche come quella che poteva essere quest’anno. Si perchè quella di Jim Walmsley è stata quasi la WS100 più veloce di sempre.

Andiamo al sodo analizzando quanto successo nel corso della gara che ha visto i 380 concorrenti, numero massimo consentito, prendere il via come sempre da da Squaw Valley (CA) alle 5:00 di sabato mattina ora locale. Gli occhi erano puntati su tre atleti che sulla carta avrebbero potuto contendersi la vittoria e correre in un tempo record i 160.3km con 5950m di disilivello positivo fino a Aurburn: Jim Walmsley, Sage Canaday e David Laney.

Come raccontato da iRunFar.com che ha seguito in diretta tutte le fasi della gara, è stata una WesternState incredibile per il ritmo record tenuto da Walmsley e per il susseguirsi di eventi che anno portato all’incredibile conclusione.
Dei tre pretendenti di cui sopra solo Jim Walmsley all’esordio sulla distanza ha eseguito “quasi perfettamente” il piano che si era prefissato macinando miglia a ritmo record e lasciando tutti sempre più indietro. David Laney del Nike Trail Team, 8° nella scorsa edizione e autore di una performance magistrale all’UTMB dello scorso anno chiuso al 3° posto, non è mai riuscito ad entrare in gara per la vittoria e ha chiuso la sua giornata in 30a posizione. Anche l’altro atteso protagonista Sage Canaday, 3° alla Transvulcania lo scorso maggio, è riuscito a tenere Walmsley correndo a ritmo record fino a due terzi di gara intorno alle 70miglia quando problemi di stomaco e forse l’aver tenuto un ritmo insostenibile fino alla fine lo hanno rallentato facendolo retrocedere fino all’11a posizione con il tempo di 17h16’00”.

WesternState2016_02

Non è andata come sperava nemmeno a Jim Walmsley ma non per motivi fisici, non per non essersi gestito bene. A fermarlo al 90 miglio, dopo aver condotto la gara dall’inizio macinando split mai visti (Walmsley WS100 on Strava 😳 ) nella storia della WS100 fino ad arrivare a 30′ di vantaggio sul record, è stato un errore! Un bivio sbagliato che lo ha portato per alcuni km fuori percorso, tanto da farlo fermare e perdere tempo per dover ritrovare la strada giusta…e motivazione per la vittoria persa. Ha poi concluso qualche ora più tardi le sue oltre 100miglia in 18a posizione con 18h45’36”. Non una vittoria, ma una nuova storia da Western State 100 e molto probabilemnte un nuovo nome tra i grandi dell’Ultra Running 🙂

WesternState2016_03

La disavventura di Walmsley non toglie alla grandissima prova di Andrew Miller del Team Salomon, un altro nome che sentiremo ancora, che a 20anni ha condotto una gara consistente risalendo costantemente posizioni fino al secondo posto quando involontariamente si è trovato al comando portando a casa la vottoria con 15h39’36”. Dietro di lui il vincitore della Trans Gran Canara Didrik Hermansen del team Asics Norway che chiude con il tempo di 16h16’08”, seguito da Jeff Browing del Team Patagonia, protagonista di una gara in crescendo con le ultime 15 miglia “sprint” che lo hanno portato sul podio in 16h30’40”.

WesternState2016_01

Nella gara femminile vince Kaci Lickteig del Nike Trail Team con una gara condotta al comando dal 16° miglio (circa 25km) fino al traguardo, arrivato dopo 17h57’59”. Tempo che vale la 4a miglior prestazione femminile di sempre. Nessuna possibile contendente alla vittoria grazie a una superiorità manifesta e per il ritiro prematuro nella prima parte di gara, causa problemi di stomaco, di una possibile protagonista vincitrice lo scorso anno Magda Boulet. Sul podio le fanno compagnia Amy Sproston che chiude seconda staccata di quasi un’ora 18h54’44”Devon Yanko giunta terza in 19h10’08”.

 

CLASSIFICA MASCHILE WESTERN STATE 100 2016
  1. Andrew Miller – Team Salomon – 15h39’36”
  2. Didrik Hermansen – Team Asics Norway – 16h16’08”
  3. Jeff Browning – Patagonia – 16h30’40”
  4. Thomas Lorblanchet Altra – 16h39’55”
  5. Paul Giblin – Nathan –  16h53’20”
  6. Ian Sharman – Altra –  16h55’11”
  7. Chris Mocko – 17h01’47”
  8. Kyle Pietari – Altra –  17h05’01”
  9. Christopher Denucci – Hoka One One – 17h07’57”
  10. Jesse Haynes  – Patagonia  – 17h12’30”
CLASSIFICA FEMMINILE WESTERN STATE 100 2016
  1. Kaci Lickteig –  Nike – 17h57’59”
  2. Amy Sproston – Montrail –  18h54’44”
  3. Devon Yanko –  Oiselle-  19h10’08”
  4. Amanda Basham – Nike-  20h11’39”
  5. Alissa St Laurent – Team Salomon-  20h27’11”
  6. Meghan Arbogast – Altra-  20h30’11”
  7. Bethany Patterson – Nathan-  20h40’42”
  8. Maggie Guterl – Nathan-  20h50’07”
  9. Jodee Adams-Moore – 7 Hills –  20h54’54”
  10. Erika Lindland –  21h07’40”

 

RISORSE:
classifica completa
Western State 100 sito web
Ultra Trail Wold Tour – sito web

 

#sharethetrail # trailaddicted

 

Author

TrailAddicted

TrailAddicted

Raccontiamo di storie e avventure di persone comuni e di atleti incredibili, parliamo della community del trail running e della corsa in montagna, scriviamo di materiali, alimentazione e allenamento, per condividere con voi quello che ci emoziona e ci ispira.

Related