Transvulcania Vertical 2016 – Risultati

Transvulcania Vertical 2016 – Risultati

Aperte le danze della Transvulcania 2016 in quel di La Palma, la Isla Bonita. Il primo degli eventi in programma, il Km Vertical porta il segno di Saul Padua e Emmie Collinge.
Lo spettacolare tracciato prende il via dal Porto di Tazacorte, piccolo villaggio caratterizzato da case colorate e un grande spiaggia di sabbia nera vulcanica.
Dopo i primi 100 sul lungomare inizia la salita, un sentiero vista mozzafiato ricavato in una scogliera a picco sul mare. Si Arriva a El Time, a 1160 m sul livello del mare, con uno sviluppo totale di 1203 m di dislivello positivo diluiti in 7,6 km. Un tracciato abbastanza corribile che gli specialisti percorrono in meno di 50 minuti.

Transvulcania Vertical 2016 - Porto di Tazacorte

Il Porto di Tazacorte. Alle spalle la scogliera sulla quale si snoda la prima parte della salita.

Grande prova del Colombiano Saul Padua, ormai affermatosi come specialista del kilometro verticale, che chiude in 48’43” battendo sul crono il Ceco Ondrej Fejar con un tempo di 49’23”. Medaglia di bronzo per l’Andorrano Ferran Teixido Martin Ventosa.

Antonio Padua - Vincitore Transvulcania Vertical 2016

Saul Padua – Vincitore Transvulcania Vertical 2016

Al femminile strepitosa prova per Emmie Collinge che batte le avversarie con un tempo di 57’56” chiudendo in 13esima posizione assoluta.
Alle sue spalle la francese Christell Dewalle con 59’56” e la spagnola Vanessa Ortega Trancòn con un tempo di 1h 03′ 15″.

Emilie Collinge - Vincitrice Transvulcania 2016

Emmie Collinge – Vincitrice Transvulcania Vertical 2016

Tra qualche ora sarà la volta delle altre tre gare in programma, partenza ore 6.00 dal Faro di Fuencaliente per la UltraMarathon, l’evento clou che vedrà molti top runner al via.
Qui le informazioni per seguire la gara.

Un tratto "pianeggiante"

Un tratto “pianeggiante”

Una parte della salita. Sullo sfondo il Porto di Tazacorte con la start line

Una parte della salita. Sullo sfondo il Porto di Tazacorte con la start line

 

Author

Francesco Tagliabue

Francesco Tagliabue

Ho iniziato a correre nel 2011 per tenermi in forma e nel 2012 l'incontro con la corsa in natura, è stato un colpo di fulmine :) Correre è il mio modo di vivere la montagna, mi fa sentire vivo e libero

Related