Giir di Mont 2015 | Petro Mamu vittoria e record

Giir di Mont 2015 | Petro Mamu vittoria e record

A Premana c’è sempre un’energia incredibile, si sente, si respira.
Lo sanno gli atleti, lo sanno gli organizzatori, lo sanno gli addetti ai lavori.
E’ l’energia della gente, delle montagne e si percepisce appena si arriva in paese la domenica mattina.
Per questo ci si ritrova tutti gli anni a fine luglio, per far parte del Giir.

Già questo sarebbe sufficiente ma c’è anche una gara, una skymarathon tra le più dure e prestigiose e come spesso accade è uno spettacolo.
Anche quando non ci sono Kilian e Emelie a sfilare sui sentieri ti capita un Mamu straordinario e uno Zinca che non molla ed ecco che il tifo si esalta tra gli alpeggi e sul traguardo.

Petro Mamu in forma strepitosa stacca tutti e si aggiudica gara e record!
A Premana per la prima volta l’eritreo lascia il segno con una gara sempre in testa.
Parte e va via da solo. Al termine della prima salita ha un vantaggio di un minuto sul diretto inseguitore. Vantaggio che aumenta progressivamente fino arrivando a oltre 3′ alla bocchetta Larec.
Da qui Zinca, sempre rimasto in seconda posizione, torna sotto e al passaggio all’alpe Deleguaggio sono 40 i secondi che rimangono a Mamu.
Purtroppo nell’ultima discesa la corsa di Zinca viene compromessa da una distorsione alla caviglia e sul traguardo saranno oltre 3 i minuti di distacco dal vincitore.

Non si può dire quanto avrebbe recuperato ancora Zinca ma l’arrivo in spinta dell’eritreo lascia pochi dubbi sul fatto che batterlo non sarebbe stato facile. Il tempo di 3h 05’59” di Mamu è il più veloce nella storia del Giir. Grande!

Per Zinca comunque una prova eccellente come dimostra il crono di 3h 09′ 46″, un tempo sotto il precedente record che in qualsiasi altra occasioni sarebbe valso la vittoria. Per lui anche una prova di volontà che lo ha portato al traguardo zoppicante per l’infortunio. Inarrestabile!

Completa il podio un raggiante Ismail Razga 3h18’55”, l’atleta marocchino ha condotto una gran gara sempre in terza posizione. Esordio strepitoso.
Concludono la top ten:

4° SZABOLCS ISTVAN GEORGY – VALETUDO – 03:00:31
5° BERT PAOLO – TEAM LA SPORTIVA – 03:03:10
6° TAVERNARO MICHELE – TEAM LA SPORTIVA – 03:04:08
7° PANIN SURUM ROBERT – RUN2GETHER – 03:04:58
8° MINOGGIO CRISTIAN – SALOMON – 03:07:39
9° GIANOLA MATTIA – TEAM CRAZY – 03:07:42
10° BIANCHI FILIPPO – LIBERTAS VALLESABBIA – 03:08:00

Nella gara femminile vince Denisa Dragomir, unica a scendere sotto le 4 ore, vince con il tempo di 3h56’23” e una gara sempre nelle prime posizioni.
Con lei sul podio Silvia Rampazzo seconda in 4h 04’22” e Debora Cardone terza in 4h08’04”.
In lotta per la vittoria fino alla bocchetta Larecc Elisa Desco è stato poi costretta al ritiro.

Di seguito le atlete della top ten

4° ARENAS GEMA – ANDALUSIA – 04:12:21
5° ROSSI RAFFAELLA –  TEAM CRAZY – 04:18:17
6° BRAMBILLA MARTINA –  CARVICO SKY RUNNING – 04:23:12
7° VALMASSOI MARTINA –  SALOMON – 04:26:51
8° MUSTAT LARA –  TEAM LA SPORTIVA – 04:30:34
9° BENEDETTI DEBORA – TEAM PASTURO ASD – 04:33:48
10° LIZZOLI ANGELA – POL. PAGNONA – 04:34:21

 

MINI SKY RACE
Sui 21km della mini Skyrace la vittoria va a Roda Benedetto del Carvico SkyRunning e alla “local” Maria Gianola dell’As Premana.

Ecco il podio della Mini

Uomini
1° RODA BENEDETTO CARVICO SKY RUNNING 01:44:33
2° ROVEDATTI GUIDO TEAM VALTELLINA 01:47:06
3° ARTUSI ROBERTO C.A. LIZZOLI 01:49:11

Donne
1° GIANOLA MARIA A.S. PREMANA 02:10:05
2° COMBI LORENZA G.P. SANTI NUOVA OLONIO 02:11:30
3° OREGIONI ARIANNA U.S. DERVIESE 02:11:25

 

Le classifiche complete sono scaricabili qui

 

Author

Andrea Zanetti

Andrea Zanetti Andre

Mountain runner, outdoor enthusiast. Trailrunning is the way I use to move trough nature to feel the life. Mountain Runner, appassionato di Outdoor. Il trailrunning è la via che uso per muovermi nella natura e sentire la vita.

Related