Darfo Boario Terme, un anno dopo – Insider dal raduno, Mountain Running Italian Team

Darfo Boario Terme, un anno dopo – Insider dal raduno, Mountain Running Italian Team

Un anno dopo, sempre qui: è una bella tradizione ormai quella di far cominciare la stagione del mountain running da Darfo Boario Terme, Valle Camonica. Passare gradualmente da cross e strada dei mesi invernali, ai sentieri della corsa in montagna viene naturale qui alle pendici dell’Adamello, sulle rive del fiume Oglio, tra i vigneti, i muretti a secco e le incisioni rupestri della valle.

Darfo sede del raduno del Mountain Running Italian Team

Darfo Boario Terme, sede del raduno del Mountain Running Italian Team

L’inverno lascia il posto alla primavera e al clima più mite, la neve si scioglie e anche in noi si risveglia il richiamo verso la montagna.

Strani animali corrono sui sentieri e le strade della Valle Camonica in quest’ultima settimana di marzo: il tasso di Bolbeno (Cesare Maestri), il Sarvanot di Rore (Bernard Dematteis), il Kenyano bianco (Martin Dematteis), il fenicottero di Nus (Xavier Chevrier), il condor di Praso (Marco Filosi), lo struzzo di Guanzate (me!), il rhino di Sarezzo (Tito Tiberti)…

Il Mountain Runner Italian Team al completo

Il Mountain Runner Italian Team al completo

Ci sono diverse specie di atleti: l’occhio esperto del vero appassionato di mountain running conosce le sfide, le caratteristiche, i terreni, le tattiche, i gesti, le qualità e le debolezze di ogni atleta. Tra di noi abbiamo pochi segreti e si sa che è facile scommettere contro di me negli sprint in salita perchè perdo sempre! Nadir Cavagna vince le ripetute, Xavier i medi, Luca Cagnati i 500; le Valli Bergamasche sono rivali della Valle Brembana, i Trentini dei Piemontesi; pettorali pronti per il lavoro, e occhio alla ribaltata!

Nella camera “delle Valli” Xavier ha montato un bersaglio per giocare a freccette; chi perde è avvisato: lo attende una corsa a piedi scalzi attraverso un campo di letame. Vestito, se è fortunato!

Ho tante immagini e incredibili ricordi legati a questa valle. Borno e Malonno, per citarne due. Skola e Giorgio..

L’estate mi entra dentro attraverso il caldo assordante del PizTri. Corro coi gomiti quando sto bene..lo vedo negli avambracci, nei polsi, nella pelle.
Adesso è un periodo un po’ difficile e fatico a vedere queste cose, a focalizzarle e farle di nuovo mie. Non devo pensarci troppo altrimenti sembrano allontanarsi ancora di più, ma nello stesso tempo accarezzo il pensiero di riprovare quelle sensazioni. Ho bisogno di sentirmi debole e di esserlo davvero, perchè lì posso trovare l’equilibrio necessario.

Mountain Runner Italian Team

Mountain Runner Italian Team inizia il percorso

Per quanto sembri incredibile, è da qui che i gemelli, Alice Gaggi, Sara Bottarelli e tanti di noi inizieranno il percorso verso i mondiali di Premana, i campionati europei e tante altre gare sparse per il mondo, per scrivere storie, appassionare, gioire, piangere, abbracciarsi…

E’ tutto così umano, teneramente imperfetto, delicato ma tremendamente intenso nello stesso tempo. Descriverlo è difficile, però mi provoca una sensazione simile a quella di una scultura classica: se la guardi da vicino il marmo è quasi ruvido e le pieghe sono incomprensibili, poi nell’insieme ogni dettaglio cade al suo posto e compone un’inspiegabile bellezza.

Nel 2008, senza conoscere nulla di corsa in montagna, scendendo dal Piz Boè vidi Kilian Jornet vincere la Dolomites Skyrace. Non rimasi fulminato né si accese una scintilla dopo quell’incontro capitato per caso, ma ora questo ricordo riaffiora spesso nella mia mente. Così come tanti altri trascurabili momenti che mi hanno portato fin qui e fanno parte di una storia mia segreta, che oggi continuerà spontaneamente, senza bisogno di scriverla.

 

Vorrei ringraziare molte persone a cui penso ogni giorno e che rendono possibile tutto questo. I miei compagni di raduno, uno per uno; Tito Tiberti e Paolo Germanetto; Walter Bassi e Giorgio Buzzi di Corrintime che ci ospitano qui in Valle Camonica.

 

Ora vado, che c’è il medio e devo ancora cambiarmi!

 

@fra_puppinho

 

#mountainrunningitalianteam #vallecamonica #trailaddicted #sharethetrail

 

 

Author

Francesco Puppi

Francesco Puppi

Mountain_sky_trail_road_track runner, @Saucony athlete, dreamer

Related